Scarole ricetta e consigli

scarole ricetta

Scarole ricetta: un gusto inimitabile.

Prima di addentrarci nell’argomento ‘scarole ricetta’ e scoprirne di particolarmente gustose… vediamo cos’è la scarola. La scarola, conosciuta anche come indivia, e spesso confusa con la lontana parente cicoria, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Asteraceae o Composite.

La famiglia delle indivie

Cosi come la cicoria, la famiglia delle indivie ha molte proprietà benefiche, depurative, diuretiche ed è particolarmente ricca di fibre; proprio per questo è largamente impiegata, oltre che in cucina, anche in ambito medico e farmaceutico. Contiene sostanze come l’inulina, l’acido caffeico, gli steroidi che gli conferiscono importantissime proprietà antibatteriche, antiossidanti, antinfiammatorie ed anche antitumorali. Inoltre, essendo verdure ricche di acido folico il consumo ne è particolarmente consigliato in stato di gravidanza.

Alla famiglia delle indivie, a parte la scarola, appartiene anche l’indivia riccia o ricciuta. La scarola è sicuramente la più diffusa, si semina in estate e si raccoglie con l’arrivo dell’autunno fino a fine inverno; il cespo ha un cuore largo formato da foglie di un verde brillante con venature bianche, ha un sapore amaro ed è piuttosto croccante. L’indivia riccia invece ha le foglie di colore bianco-giallastro, ed è molto più amara e sicuramente più croccante.

La scarola ha pochissime calorie, circa 16 x 100 grammi, è ricca di fibre, e per questo è indicata per chi segue un corretto regime alimentare, e tende a dare una sensazione di sazietà. È ricca di sali minerali: magnesio, potassio, ferro, ma anche ottima fonte di vitamine del gruppo A, B e C.

In cucina…

In cucina la scarola è un alimento particolarmente versatile che può essere consumato sia cotto che crudo. Ottima in insalata perchè così conserva tutte le sue sostanze nutritive; prova ad accompagnarla con formaggi, agrumi o frutta secca. Cotta, invece, tende a perdere un pò del suo gusto amarognolo e può consumarsi semplicemente bollita, o spadellata, grigliata, sfumata. Le ricette ed i piatti che hanno la scarola come ingrediente principale sono davvero tantissimi. Per questo vogliamo provare a stuzzicare il vostro palato e la vostra fantasia proponendovene diverse fino a giungere ad uno dei nostri piatti forti. Ideale per realizzare vellutate, minestre, torte rustiche e pizze.

Stuzzichiamo l’appetito

Iniziamo con un modo semplice e tradizionale per consumare la scarola: semplicemente bollita e ripassata in padella con aglio, olio, alici, capperi, olive ed una spolverata di peperoncino fresco. La semplicità, a volte, è la via più gustosa!

Oppure prova le polpette di scarola; occorrono:

  • 200 g di scarola riccia
  • 70 g di pancarré
  • 50 g di parmigiano
  • 30 g di pangrattato
  • 1 uovo
  • ¼ di spicchio di aglio
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

O una cremosa vellutata con polpette di pane, provola ed alici; ingredienti:

Per la vellutata:

  • 1 cespo grande di scarola
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 patate medie
  • 1 scalogno
  • 2 porri
  • 1 litro di brodo vegetale (puoi prepararlo con una cipolla, due carote, due patate e del sedano fresco)
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per le polpette di pane:

  • 350 g di pane bianco in cassetta
  • 1 uovo
  • 6 o 7 filetti di alici
  • 40 g di provola dolce
  • 30 g di parmigiano grattugiato
  • 1 scalogno
  • prezzemolo q.b.
  • pangrattato q.b.
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

Per saperne di più sulla preparazione di queste proposte, clicca qui!

E… dulcis in fundo: la proposte di A’ fenestella: “tonno scaloppato con scarole”; sì, perchè la scarola è un accompagnamento ottimo anche per i piatti a base di pesce.

Di questo però non vogliamo dire nulla, perchè la risposta è tutta nel sapore. Che ne pensi di venire a gustarlo direttamente a Marechiaro lasciandoti coccolare dal nostro staff? Prenota il tuo tavolo vista mare!

Leave a comment